domenica 30 ottobre 2011

noi


Omaggio all'artista "Aris"


tu mio ... oggi
presente della mente
provieni da un passato
da tempo anelato
oggi che io posso
vivere il mio "ora"
libera da un trascorso
sofferto e allontanato
ti ritrovo qui
come fosse ieri
quando ripetevi
tu sei il mio domani
vivi il tuo presente
io ti aspetterò
il tempo sempre vola
e spesso le parole
lo seguono a distanza
si sfumano pian piano
come nubi in danza
ora che il mio cielo
si è rasserenato
come per incanto
tu sei ritornato
ora sei "il presente"
"il noi" desiderato

Elisabetta

l'apparire


Maschere - Omaggio all'artista Luca Grippa


una recita perfetta
un copione da imparare
un continuo "non tradirsi"
è fatica "l'apparire" 
esser sempre "un personaggio"
per celare "la persona"
una maschera diversa
sempre pronta all'occorrenza
cambio d'abito e di pelle
stressante ed incessante
e con vera maestria
nascondere se stessi
imitare ... recitare
per il gusto di apparire
soffocar l'originale
per un triste falso di ...
ma ci vuole gran coraggio
poi guardarsi in uno specchio
fissarsi e non vedersi
o non riconoscersi più
frugare nelle tasche 
di quel poco che si ha "dentro"
riscoprir per un istante 
di "essere se stessi"
e non "la triste maschera"
riflessa innanzi a sè

Elisabetta

venerdì 28 ottobre 2011

morbida notte


Notturno - Omaggio all'artista Mauro Camponeschi


ecco ...
il silenzio sommesso cala
piano piano culla i rumori
il suo dolce parlare 
trasforma ogni dire
mentre il manto
del morbido buio
si appoggia ovunque
con tenero fare
cresce la luna 
il vento si acquieta
e il freddo d'autunno
si fa sentire
frizzante si sparge
con tenere ali
apre il sipario
alla morbida notte
che dolce appare
in punta di danza
il suo profumo
di bosco a riposo
saluta la sera 
di un oggi passato

Elisabetta

giovedì 27 ottobre 2011

la danza di chissà


La danza - Omaggio all'artista Jean Haines SWA 


chissà
se il nostro ora
sarà ieri di domani
se le nostre mani 
non si annoieranno mai  
di prendersi per mano 
se il torrente di parole
ora in piena
sarà domani un fiume
dove rinfrescare le nostre menti
se il nostro guardarci
non diverrà "non vedersi"
chissà ... perchè
questa mia danza incalzante di "chissà"
non mi intimidisce affatto!

Elisabetta

lunedì 24 ottobre 2011

ombra


Capricornus - Omaggio all'artista "Aris"



ombra ...
rifugio sotto il sole
riposo della sera
nascondiglio nel timore
brezza d'amore
gioco fra nuvole in cielo
ombra che passa
e non lascia traccia
ombra nei tuoi occhi
velo di tristezza 
il tuo sguardo offusca


Elisabetta

domenica 23 ottobre 2011

quiete d'amore


L'albero della vita - Andrea Scaranaro


sete 
di respiro nel respiro
pelle su pelle
e occhi mai stanchi di guardare
di capelli aggrovigliati sul tuo petto
mani in continuo cercare
e gambe arrampicate sul tuo corpo 
di sommesse parole eccitanti
e carezze a non finire
saziati d'amore ... la sete si placa
dopo sublime tempesta ... sguardi di quiete d'amore

Elisabetta

sabato 22 ottobre 2011

fuoco nel fuoco


Eterne Mete - Vito Addabbo

mi piace giocare col fuoco 
danzo ... sfiorandolo quasi
stuzzico fiamma che avvampa
sinuosa fra i suoi bagliori 
mi lascio illuminare ... mi lascio guardare
mi accosto ... mi discosto
affascinata dal suo invito
accetto il suo sfiorare
ora è fuoco ardente 
in silenzio mi attende
lo guardo ... mi avvicino
quanto scalda la sua fiamma!
se mi fermo ... non resisto 
mi abbandono alla carezza 
del tocco suo bruciante
sarò fuoco nel suo fuoco
sazierò la sua fiamma
brucerò di passione
sarà notte luminosa
sarò brace ancora accesa
corpo e anima per sempre
in quel fuoco non più gioco

Elisabetta

venerdì 21 ottobre 2011

" essere speciale "


Astratto - Tito Fornasiero


riconoscersi
a primo impatto
immediata sensazione
di percepirsi
sentirsi spogliati
nel silenzio di parole
scritte dentro mai pronunciate
sintonia mentale si crea
alchimia di ingredienti 
inconsciamente miscelati
dove l'improbabile diviene possibile
e nasce "l'essere speciale"
di persona normale non comune
unica per capacità
di entrare nel profondo
di coinvolgere
chi ha come sovrana regnante
la forte "sensibilità"
prezioso dono che scorre nelle vene
di chi non teme 
di amare e soffrire senza ritegno 
e sa vivere e far vivere 
ogni più piccola emozione
a pieni colori e trasparenze 
di luminoso acquerello


Elisabetta 

mercoledì 19 ottobre 2011

la chiave


Divini e Mortali - Edith Schloss


anima 
tu ... rifugio di energia
di respiri non liberati
mio regno di silenzio
e percezione di respiri altrui 
linfa di desideri 
di accese fantasie
fonte inesauribile
del mio vivere oltre
come potrei  
patire e gioire
con estrema intensità 
se non avessi la chiave
della certezza della tua presenza 
sarei ramo inutile
di albero sano
sarei corpo nudo
di incolmabile vuoto

Elisabetta

martedì 18 ottobre 2011

a piedi nudi


Colori d'autunno - omaggio all'artista "Bluoso"


voglio entrare
nel tuo vivere
a piedi nudi
nel sussurro del silenzio
non travolgere
la quiete del tuo sentire
e stravolgere
il tuo essere di ora 
porterò con me
solo gocce di colore
che useremo a piene mani
se e quando vorremo  
pareti sbiadite
sono ora i nostri cuori
potremo dipingerle insieme
di tanti colori
gocce di emozioni
sorrisi e sensazioni
sospiri di attesa
e un giorno ... chissà
di un solo colore
intriso d'amore

Elisabetta

lunedì 17 ottobre 2011

dolcezza


Nobiltà D'animo - Ennio Montariello


zucchero di canna
color miele ... acacia pura
dolce polvere dorata
stato grezzo ... naturale
io mi sciolgo a poco a poco
addolcisco lievemente
ogni piccola emozione
spargo appieno il mio sapore 
al contatto del calore
non di un tiepido sentire
sono zucchero esigente
non per chi non sa apprezzare
il buon gusto e la dolcezza
sono zucchero speciale
di sostanza non di effetto
nutro ... sazio ... dò colore
ma soltanto per amore

Elisabetta

la tua voce


Il mio universo - Lucrezia Rolle


la tua voce 
tuono improvviso ... lontano
preannuncia pioggia benefica di parole
riempie l'aria di serena calma
alleggerisce la mia mente satura
rifugio protettivo ... mi accoglie
come braccia forti e avvolgenti
riparo sicuro ... scalda e scioglie 
timori mai sopiti del mio essere sensibile
potrò mai abbandonarmi a questa voce
che sento dentro?
scivolare leggera e sinuosa 
nel suo abbraccio avvolgente e protettivo?
forse ... allora ...
nessun timore oserà disturbare

sabato 15 ottobre 2011

occhi che raccontano


Il Dio sconosciuto - Marco Josto Agus 


poesie indimenticabili
gli occhi dei nostri 
sempre giovani ... uomini anziani
lucidi per troppe lacrime
persi in ricordi lontani
teneri per amori vissuti
timorosi ... ti scrutano
increduli ... ti osservano
silenziosi parlano
raccontano il passato
la tristezza della solitudine di ora
il desiderio sempre vivo di guardare ... scoprire 
la gioia per un nostro sorriso 
incanto
questi occhi da guardare
insegnamento di vita
il loro silenzio da ascoltare

Elisabetta

venerdì 14 ottobre 2011

profumo di lavanda


Il violetto negli occhi - Carla Colombo


fotografie di vita
prezioso pizzo antico
delicata sfiorava
sguardo assorto ... testa china
saziava il cuore di
visi mai conosciuti
teneri scatti in bianco-nero 
il presente scorreva veloce
il trascorso stava ora dinanzi a lei 
frammenti di legami di vita
raccontavano un ieri ... di lei oggi
e un antico profumo di lavanda
si levava dai cassetti del passato

Elisabetta

giovedì 13 ottobre 2011

i tuoi giorni


Jean-Michel Folon


alzati
i tuoi giorni stanno correndo ... senza te
vagano senza meta ... si perdono
nessuna traccia del loro passaggio
si svegliano all'alba
si addormentano la notte
si risvegliano
si trascinano stanchi e apatici
o camminano veloci senza far rumore
ti sfiorano ... ti chiamano 
tu ... indifferente 
li lasci passare come non fossero tuoi
soffrono
hanno perso "il senso del loro trascorrere"
come tu stai perdendo "il senso della vita"
sono nati con te
tu li hai abbandonati ... da troppo tempo
alzati
non lasciare che si perdano del tutto
non potranno tornare a cercarti
si diperderanno ovunque
non avranno casa ... nè sapore ... neppure profumo
non conosceranno emozioni ... sentimenti e sensazioni
quando finalmente ti accorgerai che troppi son passati
senza un solo cenno da parte tua
sarai forse troppo stanco per alzarti
i "tuoi" giorni rimasti non riusciranno più a volare
ti dovrai accontentare della loro compagnia
pochi ricordi ... molti rimpianti
alzati ... non aspettare oltre
il primo "oggi" che ti passa accanto ... acchiappalo al volo
insegna ad esso la strada da percorrere
e ricominciate insieme il vostro cammino
solo così i "tuoi" giorni ritroveranno "il senso del trascorrere"
tu ... "il senso della vita"

Elisabetta

mercoledì 12 ottobre 2011

quiete


Figure in volo per ritrovare la quiete - Duy Huynh


gocce d'acqua in musica
scivolano sui vetri
tepore di silenzio
regala tenera atmosfera
accade ... ed è quiete
i pensieri vagano leggeri
l'anima sonnecchia
e il corpo si adagia morbido
avvolto da tiepida coperta di pace
il mio essere si rilassa
il mio corpo si scalda
e la pioggia continua a dipingere i vetri
assaporo goccia a goccia
magico momento
mi nutro di esso
dopo rituale quotidiano
di stonata orchestra di suoni

attesa


Luci sull'acqua - opera dell'artista Grillipo


realtà desiderata
sogno di realtà da divenire
forse o mai ... chissà
fantasia
si innalza libera ... vola
"traveste" di sogno la realtà
e il sogno "travolge" il reale
ansiosa attesa
speranza che danza
realtà ora "travestita"
domani chissà 
libera di non chiamarsi più sogno
ma realtà ... di sogno

Elisabetta

martedì 11 ottobre 2011

brivido


Acquerello su cartoncino - Caterina Compri


all'improvviso
colori che cambiano
pensieri che volano
brivido freddo scompare
brivido caldo appare
percorre il corpo 
ghiaccio bollente
scioglie la mente
riscalda il cuore
inonda l'anima
brivido intenso
da tempo atteso
all'improvviso
tutto si cerca 
tutto si attende
e il vuoto di nulla scompare

Elisabetta

voglia impertinente


Pittore - omaggio all'artista "Bluoso"


inconscia ... nascosta 
non bussa e non chiede
coinvolge la mente
pervade il mio corpo
si insinua dovunque
sussurra ... son qui

sono "la voglia" impertinente
compaio e scompaio
come onda improvvisa
piano ti avvolgo
non puoi dirmi ... no

lo sento ... mi vuoi
prendimi ora 
lasciati andare
ti porto lontano 
da tutto e da tutti
quel corpo che freme 
sarà solo per me

io voglio il tuo bene 
parlare al tuo istinto
sentire il tuo cuore 
il tuo corpo tremare
dimmi di sì 

ecco ... lasciati andare
come sei dolce 
così rilassata ... così eccitata 
ti guardo  
sei bella ... sazia di me 

non riesci a vedermi!
di certo mi senti
i tuoi occhi lucenti 
non mentono mai

Elisabetta

lunedì 10 ottobre 2011

risveglio


Risveglio - Egidia Lanza


adagio in musica
il mio corpo al risveglio
movenze lente
accolgono il nuovo giorno
dolce tepore
insiste a cullare
corpo assonnato
gustandosi le sue forme
magia di sensi
asseconda gioco sensuale
con linguacci diversi
che si mescolano ... si intrecciano
assaporo ogni istante 
di questa musica in crescendo
percorro il mio corpo
con mani di velluto
piacevole carezza
ad occhi chiusi
che amplifica il mio sentire
rito magico intenso
il mio buongiorno
al nuovo giorno

Elisabetta

domenica 9 ottobre 2011

mano nella mano


Composizione - Elena Brazzale

attesa 
sogno in giostra di colori
desiderio in sospiro
contatto
brivido ... scossa
vibrazione di gioia
sorriso che vola 
cuore in gola
vuoto nella mente
silenzio
sintonia in viaggio
sguardo di luce
parole sussurrate
sussurro in sillabe
e la tua mano
finalmente
nella mia

Elisabetta

sabato 8 ottobre 2011

lenzuolo rosso


Nudo di spalle - omaggio all'artista "Bluoso"


delicata luce
aurea trasparente
il mio corpo avvolge
morbide forme 
risaltano tra note sfumate 
a tratti sensuali
nessun brivido percorre
la mia schiena 
languida si lascia accarezzare
da armoniosi riflessi rosa dorato  
che provocanti
sfiorano ogni dove
e accentuano forme golose
adagiate impertinenti
su giaciglio di lenzuolo rosso
che si scioglie al ricordo 
di accesa notte di passione

Elisabetta

venerdì 7 ottobre 2011

lettura d'amore e passione


Nudo - Davide Peretti


nato da inchiostro d'amore
dal tratto delicato e incisivo
testo attraente in apparenza
contenuto molto profondo
il mio corpo 
non è lettura facile nè superficiale
impara a leggerlo ...
non buttarti a capofitto
per il desiderio del finale
no ... il mio corpo non si legge così
è un libro unico 
delicato e coinvolgente
da gustare piano piano
lascialo scorrere nella tua mente
fra le tue mani
solo così lo sentirai
lettura d'amore e passione
che mai potrai scordare


Elisabetta